CNAP

Promuoviamo la valorizzazione dell’opera intellettuale, ovvero professionale, degli “archeologi qualificati”.

Siamo oggi interlocutori tecnico-professionali fra una direzione scientifica istituzionale e una committenza privata o pubblica e favoriamo il progresso nel rispetto di un passato materiale che si fa verosimilmente storia.

Si definisce ARCHEOLOGO il Professionista, Dottore in Lettere Classiche indirizzo Archeologico , Storia Antica V.O., Conservazione Beni Culturali indirizzo Archeologico e lauree magistrali N.O. Equipollenti (2/S del DM 509/99; LM-2 del DM 270/04), oltre che dotato di Specializzazione Post-Laurea in Archeologia e/o Dottorato di Ricerca in Archeologia o di almeno 2 anni di periodo comprovato di esperienza professionale retribuita, se non dotati di ulteriore titolo di Specializzazione e/o Dottorato in Archeologia, qualificato a svolgere:

Consulenza archeologica per Enti pubblici e/o Soggetti Privati;

Direzione tecnico-scientifico-professionale coordinata con la Direzione scientifica della locale Soprintendenza per i Beni Archeologici;

Consulenza tecnico-scientifica archeologica e per la verifica preventiva dell’interesse archeologico ( VIArch) in sede di progetto preliminare d’intervento (Dlgs 163/06 artt. 95, 96):

  • Ricerca bibliografica e d’archivio;

  • Indagine documentaria, toponomastica, epigrafica e iconografica;

  • Surveys archeologici;

  • Lettura e interpretazione immagini aeree, zenitali e oblique, e satellitari;

  • Prospezioni geofisiche (GPR/georadar, indagini geoelettriche e geomagnetiche);

  • Remote Sensing;

  • Esecuzione saggi preventivi;

  • Integrazione di tutti i dati in Carte di Rischio Archeologico

Consulenza tecnico-scientifica archeologica per la realizzazione di indagini archeologiche:

  • Assistenza tecnico-scientifica a lavori di movimento terra;

  • Realizzazione di indagini stratigrafiche e rilievi topografici (Stazione totale, GPS);

  • Documentazione grafica, fotografica e schedatura standard secondo i canoni ICCD, corredata da relazione tecnico-scientifica informatizzata secondo le prescrizioni della locale Soprintendenza per i Beni Archeologici (Formati GIS e CAD).

Applicazioni delle nuove tecnologie allo studio, tutela, valorizzazione e fruizione dei Beni Culturali e archeologici:

  • Indagini non invasive geofisiche (GPR/georadar, indagini geoelettriche e geomagnetiche);

  • Applicazione di tecniche di Remote Sensing per l’individuazione di siti d’interesse archeologico;

  • Applicazione della Fotogrammetria aerea digitale per l’analisi, studio e ricostruzione dei paesaggi;

  • Applicazione della Fotogrammetria terrestre per l’analisi, studio, monitoraggio e pianificazione d’interventi di tutela e restauro di monumenti;

  • Realizzazione di ricostruzioni virtuali per l’analisi, studio e valorizzazione dei Beni Culturali e archeologici;

  • Realizzazione di GIS e SITT per l’analisi, studio, ricostruzione, documentazione e valorizzazione del paesaggio archeologico;

  • Rilievi topografici e tridimensionali con le più moderne tecnologie: Stazione totale, GPS, Laserscanner, Computer Vision, etc.

  • Realizzazione di piattaforme WebGIS per l’analisi, studio, ricostruzione, documentazione e valorizzazione del paesaggio archeologico;

Catalogazione e schedatura di reperti archeologici corredati da documentazione grafica e fotografica sia per Enti Pubblici sia per Privati possessori di collezioni dichiarate;

Redazione di Carte del Rischio Archeologico;

Stesura e firma di progetti di ricerca, promozione e valorizzazione in campo archeologico e dei Beni Culturali;

Realizzazione tecnica di allestimenti museali e relativa organizzazione e gestione dell’attività didattica, redazione progetti museologici in particolare per quanto riguarda Musei o sezioni a carattere archeologico o storico-territoriale. Redazione di progetti museologici per realizzazione di parchi archeologici, itinerari archeologici e storico-culturali.

 

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: