IIIª riunione dell’Assemblea Costituente

Il giorno 17/12/2011 alle ore 10,30 l’Assemblea Costituente l’Associazione “CNAP – Confederazione Nazionale Archeologi Professionisti” si riunisce presso la sala riunioni del CENTRO COMMERCIALE TOR VERGATA, Viale L. Schiavonetti, 426 – 00173 Roma.

Partecipano all’assemblea: Antonio Arcudi, Maurizio Campanelli, Alessandro De Rosa, Davide Delfino, Rosa Martone, Susanna Riva, Milena Saponara, Pietro Serra.
In audioconferenza via internet Laura Torsellini e Vincenzo Filippo Macaluso.

Si conviene che la sede legale di CNAP sarà in Via Pordenone, 32 – 20132 Milano.

Viene approvato senza obiezioni il verbale della seduta precedente.

Si discute sull’ accettazione o meno delle Borse di studio come contratti professionali, nell’ambito dei due anni di esperienza lavorativa richiesti come requisito di iscrizione alla CNAP (“se non dotati di ulteriore titolo di Specializzazione/Dottorato in Archeologia”).
Si decide che poichè la legge equipara le borse di studio a contratti del tipo co.co.pro e gli assegni di ricerca a contratti a tempo determinato, CNAP conformandosi alle norme vigenti accetta, in linea di massima, le Borse di studio, gli assegni di ricerca e le borse di ricerca nell’ambito delle “esperienze professionali”; tuttavia si riserva la possibilità di esaminare i singoli casi ed accettare nel calcolo dell’esperienza lavorativa acquisita non tutto il periodo di durata della borsa, ma solo alcune sue parti. Su questo argomento risultano preziose le osservazioni di Laura Torsellini che fa notare che Borse di studio e di ricerca hanno titoli molto precisi e un codice identificativo, così da rendere più agevole l’eventuale valutazione caso per caso.

Si discute sul rapporto tra Università e Professione, lavoro all’interno dell’Università e lavoro fuori dall’Università.
I punti più importanti emersi nella discussione su questo argomento sono espressi in modo omogeneo e chiaro dal Presidente A. De Rosa che afferma che, come CNAP, è utile seguire una deontologia e diventare un punto di rifermento per le varie specializzazioni esistenti nell’ambito della Professione, specializzazioni che vanno tutte considerate e viste come una ricchezza. Considerare più ambiti nella professionalità serve anche a dare dei riferimenti precisi alle committenze.
Per quanto riguarda le Università si auspica di poter dare loro dei proficui input sulla formazione, mentre nel rapporto futuro col MiBAC si ritiene utile portare avanti il discorso sulla proprietà intellettuale del lavoro svolto dal Professionista, che dovrebbe appartenere al Professionista stesso, anche in fase di pubblicazione dei dati.
Tutti concordano su quanto evidenziato da Susanna Riva: bisogna che il riconoscimento del Professionista che opera al di fuori dell’ istituzione sia accettato oltre che dal MiBAC anche dalle Università.

CNAP aspira a diventare L’Associazione Italiana di Categoria degli Archeologi e, per far questo, punta sulla propria credibilità, a sua volta basata sulla deontologia ed etica seguita dai propri soci (si ricorda che si è scelto come punto di riferimento il codice deontologico dell’EAA – European Association of Archaeologists, http://www.e-a-a.org/italiancode.htm).

Conclude su questo tema Davide Delfino che propone di distinguere il pre-scavo, lo scavo e il post-scavo, per valutare in quest’ottica esperienze e titoli per un riconoscimento e valutazione della professionalità a 360 gradi.
Si è concordi nell’accettare la proposta di Laura Torsellini riguardante l’inserimento all’interno dei curricula dei soci CNAP (a loro cura) dei seguenti punti, in modo che sia agevole l’acquisizione di un criterio standard per la valutazione dei CV:

Formazione generale (corso di laurea, indirizzo, scavi universitari, esami sostenuti e voto finale); Formazione post laurea; Esperienze professionali sul campo (scavi cui ha partecipato e ruolo avuto nei vari scavi: archeologo/responsabile della documentazione/responsabile dei materiali/responsabile di settore/direttore dei lavori sul campo/direttore scientifico e/o dei lavori sul campo; Eventuali pubblicazioni.

In seguito si discute sulla questione dell’Archeologia e dell’archeologo nel mondo del lavoro. Per CNAP è fondamentale che lo scavo archeologico venga considerato uno scavo scientifico. Pertanto esso non ha nulla in comune con uno scavo edile.
In cantiere l’archeologo dovrebbe essere quantomeno equiparato contrattualmente ed idealmente a ingegneri e architetti.

Si accenna poi ai contratti nei quali dovrebbero essere inseriti gli archeologi, dei criteri contrattuali e dei criteri di pagamento.

Si passa a parlare delle iscrizioni e della quota associativa:
l’iscrizione è gratuita; la quota associativa per l’anno 2012 è fissata a 10 Euro, sia per i soci ordinari (SO), sia per i soci aderenti (SA), tutti aventi diritto al voto. L’apertura delle iscrizioni è fissata a Gennaio 2012.

Viene approvato il nuovo Statuto, modificato quanto ai criteri di iscrizione e associazione (ex artt. 4 e 5, ora 5 e 6) e oggetto di revisione legale.

Vengono poi confermate l’elezione del Presidente(Alessandro De Rosa) e le nomine del Vicepresidente (Maurizio Campanelli) e del Tesoriere (Milena Saponara).
Viene ratificato il  principio democratico secondo il quale opera la CNAP.

Si decide di aprire un conto intestato a CNAP, una volta registrata l’associazione, seguendo le indicazioni tecnico-professionali di Vincenzo Filippo Macaluso.

Infine si decide la prossima creazione di commissioni a tema, con rispettivi referenti. Alcune proposte vengono avanzate:

– Formazione
– Sicurezza e Lavoro in Cantiere
– Legislazione
– Fiscale e Assicurativo
– Rapporti col Ministero
– Didattica

Di tali argomenti sarà opportuno discuterne approfonditamente nella prossima riunione, una volta che CNAP sarà ufficialmente attiva.

A fine riunione vengono raccolti i dati dei soci fondatori (SF): Alessandro De Rosa, Maurizio Campanelli, Milena Saponara, Antonio Arcudi, Davide Delfino, Rosa Martone, Susanna Riva, Laura Torsellini e raccolte quota e contributo liberale, equamente concordati nel complesso di 40 Euro a testa.

La riunione si chiude alle 14,30.

Pubblicato il 20 dicembre 2011 su assemblea, CNAP, verbale. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: